Intelligenza Artificiale ed eccellenze al femminile

Si rinnova anche per il 2021, per la precisione il 10 giugno, l’appuntamento con la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale Tecnovisionarie®.

Giunto alla sua XV edizione, il Premio, promosso da Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie, sarà in questo anno dedicato a “Intelligenza Artificiale, le eccellenze al femminile” e andrà dunque a premiare le figure che stanno dando un contributo nell’ambito di questa disciplina. Come sempre il Premio, ideato da Gianna Martinengo, fondatrice e attuale Presidente di Women&Tech, sarà attribuito a donne che, nella loro attività professionale, avranno testimoniato di possedere “visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica”.

Perché guardare all’Intelligenza Artificiale?

Tra i tanti temi di cui si discute fortemente anche in tempi di pandemia – dalla sostenibilità al biotech, al digital, all’economia circolare – per quale motivo concentrare l’attenzione proprio sull’IA e sul valore che le donne possono portare in questo specifico ambito di ricerca e applicazione industriale? A rispondere è Gianna Martinengo: “L’IA rappresenta lo studio scientifico dell’intelligenza individuale e collettiva grazie all’uso di modelli computazionali che possono simularla, ma anche l’ingegneria delle macchine capaci di comportamenti che chiunque qualifica intelligenti. Sicuramente richiede, come poche altre discipline, una grande cultura scientifica ed umanistica insieme, nonché un approccio olistico: inutile ripetere che proprio le donne sono naturalmente dotate in questo e, come prevedibile, il loro ruolo è stato sempre di primo piano nelle sfide legate all’IA”.

Nel caso specifico del Premio Internazionale Tecnovisionarie®, ci sono legami particolari con l’IA, proprio in termini di visione, impatto sociale,  trasparenza ed etica che le donne hanno saputo esprimere al meglio in questi anni, dando vita a progetti non solo basati sull’alta tecnologia, ma carichi di una forte valenza umana. “Proprio questi quattro elementi saranno il filo conduttore della selezione che la Giuria – si veda di seguito –  effettuerà in questi mesi e che terrà conto anche delle indicazioni provenienti dalla ‘call’ aperta per le segnalazioni”.

Nei prossimi mesi saranno comunicate le modalità della cerimonia di premiazione – che sarà ad inviti e vedrà la partecipazione di decisori dell’impresa, dell’università, della pubblica amministrazione e di personalità del mondo scientifico, culturale e dei media – compliant alle eventuali restrizioni causate dall’emergenza Covid