Robot cooperativi: sicurezza e produttività

Grazie al sistema di sicurezza sBoot Speed sviluppato da SICK, quando una persona si avvicina i robot rallentano, per poi riprendere in autonomia
appena si allontana dalla zona di lavoro: questo si traduce in maggiore sicurezza, flessibilità e produttività

Nelle applicazioni di robot cooperativi, il sistema di sicurezza sBoot Speed di SICK offre maggiore sicurezza, flessibilità e produttività. È una soluzione completa pronta per l’integrazione costituita da un laser scanner di sicurezza S300 mini, e da una centralina configurabile di sicurezza FlexiSoft. Oltre a funzioni di automazione e sicurezza preconfigurate e testate, offre schemi di cablaggio per un’integrazione semplice e veloce con il comando del robot. La variante di sistema sBot Speed-UR è perfetta per diversi modelli di robot di Universal Robot (UR). Sono disponibili poi ulteriori varianti per altri produttori.

Accesso sicuro alla zona pericolosa

Le applicazioni di robot cooperativi, in cui uomo e macchina si dividono lo stesso spazio di lavoro in momenti diversi, come per i processi di montaggio, consentono un adattamento flessibile a condizioni di lavoro o ambiente variabili. I sistemi di sicurezza devono garantire un accesso sicuro alla zona pericolosa del robot. Al tempo stesso però, devono supportare l’efficienza di processo e la produttività dell’interazione uomo-robot, ad esempio mediante una capacità di adattamento che permetta di regolare automaticamente le condizioni di funzionamento del robot in base alla posizione delle persone nell’ambiente. Questo previene il rischio di incidenti migliorando al contempo la produttività, riducendo i fermi macchina e ottimizzando il lavoro.

L’area è sorvegliata dal laser scanner

Un laser scanner di sicurezza S300 mini sorveglia l’area di lavoro del robot. Utilizza due set di campi dipendenti dalla velocità del robot, ciascuno costituito da un campo di preallarme e da uno protetto. Se una persona accede nel campo di preallarme del set di campi 1, durante una fase di operatività, il robot riduce la sua velocità. Dato che il robot ora si muove più lentamente, e quindi in caso di arresto di emergenza presenta un tempo di fermata più breve, il sistema di sicurezza attiva il set di campi 2 con un campo di protezione più piccolo. Se qualcuno vi accede, il robot si arresta. Quando la persona si allontana di nuovo dall’area di lavoro, il robot riparte in automatico, all’inizio solo a velocità ridotta monitorato col set di campi 2, per poi riacquisire la velocità operativa originaria monitorato dal set di campi 1. La regolazione di frenata e accelerazione a due stadi, con riavvio automatico, riducono l’usura del robot e degli azionamenti favorendo una maggiore durata.

Ideale per i modelli Universal Robot

sBot Speed-UR è adattata in modo specifico per l’impiego con robot di Universal Robot delle serie UR3, UR5 e UR10. Questi aspetti riguardano per esempio il cablaggio specifico per UR, la descrizione e il collegamento di componenti di sicurezza supplementari. Inoltre, gli schemi di collegamento, la configurazione per la centralina configurabile di sicurezza, le impostazioni di parametri legati a UR e il file Sistema sono contenuti nella documentazione. L’adattamento specifico per robot UR riguarda anche le modalità operative selezionabili “Running mode” e “Programming mode”.

0 Condivisioni