Un centro di competenze in ottica 4.0

Il CIM4.0 (Competence Industry Manufacturing 4.0) ha recentemente presentato i risultati del primo anno di attività e le iniziative future. L’obiettivo è supportare la maturazione tecnologica dei processi in ottica Industria 4.0, con un focus sulle PMI

di Ginevra Leonardi

In occasione dell’ultima edizione della fiera A&T lo scorso febbraio, il CIM4.0 ha presentato i primi risultati ottenuti a meno di un anno dall’inizio delle attività a favore di aziende e startup, illustrando in anteprima le nuove iniziative. Parliamo del centro di competenza Competence Industry Manufacturing 4.0, costituito da Politecnico e Università di Torino insieme a 23 partner industriali. L’organizzazione si pone come supporto strategico e operativo per le imprese manifatturiere orientate alla digitalizzazione dei processi industriali nell’ottica dell’Industria 4.0 (dalla progettazione alla produzione alla Supply chain, dalla sicurezza alla blockchain). CIM4.0 vuole contribuire, a livello locale e nazionale, ad accelerare questo processo di trasformazione, con particolare attenzione verso le PMI, anche con azioni di formazione ed esperienze sul campo.

Il concetto di linee pilota e la realtà aumentata immersiva
Durante la manifestazione torinese, all’interno di uno spazio di esposizione digitalizzato, è stato possibile vedere dal vivo, grazie all’ausilio della realtà virtuale, le linee pilota dedicate alla manifattura additiva e alle tecnologie per la digital factory, che saranno operative nei prossimi mesi nella sede del Politecnico di Torino a Mirafiori. Compito del CIM4.0, attraverso l’attivazione di pilot lines o linee dimostrative di manifattura, è supportare la maturazione tecnologica di processi e prodotti innovativi. Durante A&T sono state rese note le 18 aziende vincitrici del Bando – Progetti di Maturazione Tecnologica – Industria 4.0 – che ha coinvolto micro, piccole e medie imprese e startup provenienti da Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte e Puglia. Inoltre il CIM offre risposte puntuali e dall’alto contenuto esperienziale attraverso il proprio Learning Hub, il centro di formazione permanente pensato per il trasferimento delle competenze verticali per la digitalizzazione dei processi industriali e dell’impresa. Con oltre settanta proposte formative a catalogo, tra corsi base e avanzati, coinvolge i consorziati attraverso senior specialist, technical fellow, senior technical fellow e docenti universitari, per realizzare moduli formativi laboratoriali. Il 2 marzo è stato pubblicato un secondo bando per la selezione di Progetti di Ricerca Applicata Industry 4.0 che coinvolge in partnership grandi imprese, PMI e startup su progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale con un contributo totale ulteriore di 3 milioni di euro.

Le tecnologie abilitanti delle linee pilota
Le tecnologie abilitanti messe a disposizione delle linee pilota sono: additive manufacturing metallic (AM) e laser-based manufacturing; Smart grid, smart meters ed efficientamento energetico; Industrial IoT, piattaforme hardware-software, sensoristica, cloud e connectivity; intelligenza artificiale, data analytics e cyber-security.
Gli ambiti su cui si focalizzeranno le attività del Competence invece sono: soluzioni per manifattura e processi avanzati Industria 4.0, automotive e aerospaziale.

0 Condivisioni