La fabbrica del futuro fa tappa a Parma

Trasformazione digitale, formazione e competenze targate 4.0, automazione spinta e un intero padiglione dedicato alla robotica: alla fiera di Parma, dal 28 al 30 maggio SPS Italia tocca i temi più caldi per il settore manifatturiero di domani

di Noemi Sala

Eccoci al consueto appuntamento parmense: dal 28 al 30 maggio si svolge la nona edizione di SPS Italia, la fiera annuale per l’industria intelligente, digitale e flessibile organizzata da Messe Frankfurt Italia. Anche quest’anno la manifestazione è in crescita, con sei padiglioni al completo e oltre 800 espositori, proseguendo un cammino che negli anni ha visto triplicare i risultati. Nei padiglioni 3, 5 e 6 saranno in mostra le tecnologie per l’automazione e le soluzioni software al servizio della digitalizzazione della fabbrica, prodotti e applicazioni all’avanguardia. Nei padiglioni 4, 7 e 4.1 invece ci sarà il percorso dedicato alla digital transformation del manifatturiero, denominato District 4.0. Sarà diviso in aree tematiche: Automazione Avanzata, Digital & Software, Competence Academy e Robotica&Meccatronica. All’interno di ogni area espositiva ci saranno demo funzionanti e soluzioni meccatroniche articolate che integrano diverse componenti IT e OT.
La trasformazione avanzata dell’industria richiede infatti lo sviluppo di una conoscenza sempre più condivisa, e di competenze più ampie rispetto al passato.

Robotica e digitalizzazione sono tra i filoni principali
Alla prossima SPS Italia la robotica sarà uno dei filoni principali, a cui verrà dedicato un intero padiglione con player del comparto e demo applicative. I rappresentanti delle stesse aziende saranno coinvolti in un Osservatorio, svolto con il Politecnico di Milano e curato dal prof. Giambattista Gruosso del Dip. Elettronica Informazione e Bioingegneria, volto a studiare il mercato, le sue sfide e le potenzialità con un focus su mercati verticali. Nel 2019 questo focus sarà il packaging in ambito pharma e beauty. Lo studio verrà poi presentato a Milano nel mese di novembre. Non può mancare nemmeno il tema della trasformazione digitale, introdotto già da alcune edizioni, all’insegna dell’incontro fra mondo IT e OT. Si tratta di una vera e propria sfida per le imprese che puntano all’efficienza operativa, alla riduzione dei costi e a una maggiore competitività.

Al centro di questa edizione c’è la formazione in ottica 4.0
L’evoluzione tecnologia ha senso solo se il capitale umano evolve in parallelo. A tale scopo, l’edizione 2019 di SPS Italia punta i fari sul tema della formazione e delle competenze.
In fiera ci sarà una vera e propria Competence Academy, sviluppata insieme a università, centri di ricerca, istituzioni, digital innovation hub e competence center. Durante i tre giorni ci saranno inoltre molte iniziative per una formazione attiva, a partire dal progetto in collaborazione con Fondazione Cariplo che prevede il coinvolgimento dei 76 Istituti Tecnici del “Progetto SI”. Inoltre, alcune associazioni come AIdAM e ANIE Automazione contribuiranno con i loro associati a proporre applicazioni, percorsi tematici e iniziative di formazione legate alla meccatronica e alla componentistica intelligente. Un progetto realizzato in collaborazione con Didacta, che a ottobre completerà il ciclo formativo che comincia a SPS Italia, e patrocinato dal MIUR.

0 Condivisioni