Il radar nel monitoraggio idrologico

Fondazione Acrotec ha installato presso l’Università degli studi di Genova nel campus di Savona sei postazioni capaci di fornire informazioni per prevenire alluvioni, evitare frane o incendi. Per risolvere le incertezze nel monitoraggio dei fiumi è stato scelto il radar VEGAPULS WL 61

di Vittoria Ascari

La possibilità di misurare parametri ambientali come l’intensità delle precipitazioni e dei venti, la temperatura e l’umidità dell’aria gioca un ruolo di fondamentale importanza in svariati ambiti applicativi. Inondazioni e alluvioni ad esempio possono essere previste monitorando le precipitazioni e controllando il livello dei corsi d’acqua. Nonostante questo, l’integrazione massiccia delle stazioni e della strumentazione di monitoraggio si scontra con un problema di carattere economico: i sistemi in commercio sono per la maggior parte ricoperti da privativa industriale, e vengono distribuiti modello “chiavi in mano”. Tutto ciò si traduce in costi elevati, soprattutto se si moltiplicano per le numerose stazioni di osservazione. Paradigma Acronet, progetto Open Hardware (o hardware libero, ossia senza copyright) guidato da Acronet, ha deciso di superare queste difficoltà, ovvero di aumentare il numero di stazioni di misura in modo da ottenere dati e trend più precisi. I costi industriali e di installazione rappresentano l’80% dei costi di una soluzione standard commerciale, e Acronet ha scelto di eliminarli.

Pratici kit di montaggio e installazione “fai da te”
A questo punto si inserisce Fondazione CIMA, acronimo di Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale, un ente di ricerca senza scopo di lucro e di interesse generale per il nostro Paese. L’obiettivo che si pone è quello di promuovere lo studio, la ricerca scientifica, lo sviluppo tecnologico e l’alta formazione nell’ingegneria e nelle scienze ambientali, ai fini della tutela della salute pubblica, della protezione civile e della salvaguardia degli ecosistemi acquatici e terrestri. Con il modello di hardware libero proposto da Fondazione Acrotec (organo in-house di Fondazione CIMA) tutti i documenti progettuali, i disegni tecnici, gli schemi elettronici e tutta la lista dei componenti sono disponibili gratuitamente in rete. Inoltre, ogni dato misurato è a disposizione sempre e senza costi in tempo reale con una frequenza di aggiornamento di qualche minuto. Infine, è possibile aumentare il numero di stazioni di misura sul territorio grazie ai pratici kit di montaggio e installazione “fai da te” forniti da Acrotec: a seconda delle specifiche richieste, contengono al loro interno tutto il necessario per assemblare e installare le stazioni e la strumentazione.

Brevi impulsi radar per misurare a distanza la superficie dell’acqua
Al campus universitario di Savona dell’Università degli studi di Genova sono state installate sei postazioni capaci di fornire informazioni per prevenire alluvioni, evitare frane o incendi. Si tratta del laboratorio “Acrolab”, parte di un progetto più grande che riguarda sistemi di monitoraggio ambientale, prevalentemente meteorologico e idrologico e di controllo. Per monitorare i fiumi, come allarme inondazioni, veniva precedentemente utilizzato un sistema di misura a ultrasuoni. La misura risultava però poco affidabile a causa dalle condizioni atmosferiche. Per risolvere le incertezze di misura è stato utilizzato il radar VEGAPULS WL 61. Questo dispositivo utilizza brevi impulsi radar per la misura a distanza dalla superficie dell’acqua. I segnali si diffondono a prescindere dalle condizioni ambientali; in tal modo la misura non viene influenzata da variazioni di temperatura, nebbia, pioggia o neve, con una precisione elevata in qualsiasi condizione. VEGAPULS WL 61 è inoltre sommergibile grazie alla protezione IP 68 (2bar), a prova di esondazione, che garantisce un funzionamento continuo senza manutenzione. L’installazione e la messa in servizio sono facilitate dal Bluetooth. VEGA mette a disposizione l’app VEGA Tools per la calibrazione degli strumenti tramite smartphone o tablet. L’uso dell’app è semplice e intuitivo con un supporto di rappresentazione grafica che aiuta la consultazione e la struttura del menù identica a PACTware/DTM.

0 Condivisioni