Controllore di posizionamento

Alla fiera Control di Stoccarda il prossimo maggio Aerotech lancerà sul mercato due controllori monoasse. Sono soluzioni ideali per il pilotaggio di motori in corrente continua con spazzole o brushless, attuatori a bobina mobile e motori passo-passo

di Ginevra Leonardi

Fornitore di sistemi di controllo assi e posizionamento, Aerotech presenta due controllori monoasse, i PWM digitali XC4 e XC4e. Questi strumenti sono adatti per il pilotaggio di motori in corrente continua con spazzole o brushless, attuatori a bobina mobile e motori passo-passo. A caratterizzare in modo particolare questa famiglia di prodotti, oltre alla disponibilità di uscite sincronizzate con la posizione del motore (PSO), è la presenza dell’interfaccia in fibra ottica HyperWire®.
I nuovi azionamenti XC4 PWM saranno lanciati per la prima volta alla fiera internazionale Control 2019 di Stoccarda, in Germania, dove Aerotech sarà presente dal 7 al 10 maggio.

Le principali caratteristiche tecniche
I controllori digitali Aerotech XC4 e XC4e PWM (Pulse Width Modulation) sono potenti azionamenti per il pilotaggio a singolo asse di motori con una tensione di esercizio fino a 340 VDC e una corrente di picco di 30 A. Tutte le varianti di azionamento sono compatibili con la piattaforma di automazione A3200, che utilizza il bus di azionamento HyperWire®. L’anello di controllo digitale della corrente e della posizione garantisce: la migliore precisione di posizionamento e sincronizzazione, una larghezza di banda di controllo fino a 20 kHz, l’elaborazione di ingressi e uscite digitali e analogici, l’acquisizione dei dati, il controllo di processo e l’interpolazione dei segnali dell’encoder in tempo reale. Le caratteristiche standard includono: la funzione di arresto in sicurezza Safe Torque Off (STO), un array di dati con oltre 4 (XC4) o 16 milioni (XC4e) di elementi a 32 bit, I/O digitali e analogici, uscite sincronizzate (PSO) a singolo asse (XC4) e multiasse (XC4e), ingressi speciali per il riferimento e la limitazione della corsa, e un migliore monitoraggio della corrente.

Funzioni aggiuntive e scheda di espansione I/O opzionale
Possono essere elaborati segnali di retroazione sotto forma di onda quadra, sinusoidale ed encoder assoluto. La frequenza massima di ingresso per i segnali degli encoder a onda quadra è di 40 milioni di impulsi al secondo per entrambe le varianti. Con la funzione aggiuntiva MX1, il controllore di azionamento XC4 può interpolare i segnali sinusoidali dell’encoder fino a 14 bit (16.384 volte tanto). Per l’XC4e sono disponibili come opzione le funzioni aggiuntive MX2 e MX3, che consentono l’interpolazione di 16 bit (65.536 volte tanto) e, con l’opzione MX3, l’elaborazione di due segnali degli encoder, ottenendo un migliore controllo della posizione e della velocità. Inoltre, per il modello XC4e sono disponibili opzioni che estendono la funzionalità standard della funzione PSO. Ad esempio, tre encoder possono essere tracciati in tempo reale tramite le uscite PSO a 3 canali, oppure un sistema di assi completo può fornire un segnale PSO a seconda del punto effettivo nello spazio.
Entrambe le varianti del controllore XC4 possono essere dotate di una scheda di espansione I/O opzionale, capace di aumentare significativamente il numero di ingressi e uscite utilizzabili. La scheda I/O offre anche un’uscita PSO dedicata e un ingresso di sincronizzazione PSO, spesso utilizzato per sincronizzarsi con una frequenza esterna.

0 Condivisioni