La fiera di Norimberga è pronta al via

La fiera SPS IPC Drives 2018, punto di riferimento per l’automazione intelligente e digitale, dal 27 al 29 novembre mostrerà il meglio della tecnologia del settore in ben 17 padiglioni, due dei quali dedicati al software e al’IT nella produzione

di Massimo Brozan

Dal 27 al 29 novembre, Norimberga apre le porte ai player dell’automazione: circa 1.700 fornitori provenienti da tutto il mondo sono attesi a SPS IPC Drives 2018, ormai pronta al via. Giunta alla sua 29ª edizione, la fiera specializzata per l’automazione intelligente e digitale metterà in mostra prodotti, soluzioni e tecnologie di tendenza per il prossimo futuro, offrendo una panoramica unica del settore. Tra le novità di quest’anno, l’ampliamento dello spazio espositivo a 17 padiglioni. Parliamo di un evento da non perdere anche per gli operatori italiani, come testimoniano i risultati dell’ultima edizione: degli oltre 70.200 visitatori, circa 1.700 provenivano dal Bel paese.

Due padiglioni dedicati alla nuova era digitale
Come per lo scorso anno, il tema di Industry 4.0 sarà un argomento di fondamentale importanza al salone tedesco. Gli espositori non solo mostreranno i loro approcci alle soluzioni, ma anche i diversi prodotti e gli esempi applicativi per la trasformazione digitale. A completare il tutto, speciali spazi tematici e le conferenze durante i forum. I settori dell’IT e dell’automazione si fondono sempre più fra loro, un processo che a SPS IPC Drives si riflette anche nel layout dei padiglioni: quest’anno il tema del software e dell’IT nella produzione sarà presentato ai padiglioni 5 e 6. Verranno trattati argomenti come: web services industriali, sviluppo/progettazione virtuale del prodotto, piattaforme di business digitali, tecnologie IT/OT, Fog/Edge e Cloud-Computing, e molto altro ancora. Anche il tema della cyber security è stato ripreso da numerosi fornitori, che mostrano presso i propri stand come proteggersi concretamente dagli attacchi informatici. Per allacciarsi allo sviluppo di questo argomento, per la prima volta alla fiera si svolgerà un hackathon con il motto “Idee digitali per un’automazione intelligente”. L’evento vuole permettere ai partecipanti di sviluppare congiuntamente prodotti software utili e creativi per l’automazione. La presentazione dei risultati e la cerimonia di premiazione si terranno il primo giorno della manifestazione. Sull’onda del successo dello scorso anno, anche nel 2018 si terranno visite guidate sugli argomenti della IT-security nell’automazione, smart production e smart connectivity.

Stand collettivi, summit, tavole rotonde e forum
Altri stand collettivi saranno dedicati ad argomenti specifici: “Automation meets IT” nel padiglione 6, “MES goes automation” nel padiglione 5, “Wireless in automation” nel padiglione 5, “Centro AMA per sensoristica, tecnica di misura e di collaudo” nel padiglione 4A. I forum delle associazioni VDMA nel padiglione 5 e ZVEI nel padiglione 6 offrono poi interventi specialistici e tavole rotonde. Inoltre, il Summit Automation 4.0 nei primi due giorni offrirà importanti momenti di confronto e spunti. Ecco i titoli dei vari incontri programmati: “Edge computing in industry – possibilities and limits”, “TSN and OPC UA in industrial environments”, “IoT platforms in industry” e “Sensors for Industry 4.0”.

0 Condivisioni