Soluzioni per la sicurezza degli impianti

Proxess presenta due linee di prodotti sviluppati da United Electric Controls: trasmettitori per il controllo della pressione e la temperatura, e rilevatori di gas tossici e combustibili. Il tutto per la massima sicurezza degli impianti

di Anna Balliana

Azienda giovane e dinamica, Proxess opera nel settore della strumentazione, rappresentando e distribuendo in Italia diversi marchi. Fra questi troviamo anche United Electric Controls, che da decenni progetta e realizza strumenti di pressione e temperatura, sempre attenta alla crescente attenzione che l’industria rivolge alla sicurezza degli impianti. È per questo che due delle più recenti linee a cui si è dedicata sono rivolte a questo aspetto. Una è la linea di trasmettitori di sicurezza ONEst per il controllo e il monitoraggio della pressione e la temperatura, l’altra è la linea di rilevatori di gas tossici e combustibili Vanguard. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Sensori wireless per rilevare gas tossici e combustibili nell’aria
Processi industriali come l’Oil & Gas, la raffinazione, la produzione chimica, la generazione di energia prevedono l’impiego di gas tossici e combustibili, che in caso di dispersione nell’aria possono causare seri pericoli. Per minimizzare i rischi per la sicurezza del personale e degli impianti, vengono dislocati dispositivi di controllo preventivo, quali i rilevatori di gas, che richiedono dispendiose infrastrutture e raramente ricoprono tutti i possibili punti di fuga. Tutto questo sta portando a un aumento della copertura delle zone a rischio per mezzo di sensori wireless, con investimenti minimi. Vanguard è un rilevatore Wireless Hart® alimentato da due celle al litio con autonomia di cinque anni (garantita dal costruttore), ed è certificato ATEX, IECEx e per l’impiego negli Stati Uniti e nel Canada. Pacco batteria e sensore possono essere sostituiti direttamente in area pericolosa. Tramite un pulsante laterale, Vanguard si configura, riconosce, calibra e testa il sensore applicato. In operatività, trasmette a intervalli fra 8 e 3.600 secondi concentrazione di gas, temperatura, giorni trascorsi dalla calibrazione e tensione di alimentazione disponibile; a display indica concentrazione di gas, stato batteria e network. Di facile impiego, si integra in qualsiasi Network wireless Hart® esistente, Asset Management Systems (AMS), sistemi di supervisione SCADA. Vanguard dispone per ora di sensore a infrarossi non dispersivo per Metano (CH4) con concentrazione espressa in %LEL (Lower Explosive Limit), e di sensore elettro-chimico per il rilevamento di Acido Solfidrico (H2S) con concentrazione in 0/100 ppm.

Trasmettitori per il monitoraggio di pressione e temperatura
Passiamo ora a ONEst, una linea di trasmettitori di pressione e temperatura, certificata Exida SIL2 e SIL3 per la realizzazione di sistemi di sicurezza strumentati. Progettata per offrire in contemporanea la funzione di sensore e logic solver, integra un relay di sicurezza con portata sui contatti fino a 5 A a 250 V. ONEst permette di programmare il controllo diretto dell’elemento finale senza conversioni di segnale in 100 msec. La funzione di autodiagnosi prevede una soglia di controllo dello switch che replica verso DCS il contatto del relay di sicurezza, il controllo del trasmettitore 4/20 mA, e anche il controllo della continuità del collegamento fra relay di sicurezza ed elemento finale, con un SFF del 98,5%. Intervento, differenziale di scatto e stato del contatto sono regolabili, rendendo lo strumento ideale per il controllo di pompe, compressori, sistemi di lubrificazione e sistemi di filtrazione. ONEst consente l’implementazione di impianti esistenti con una riduzione dei costi complessivi e degli elementi coinvolti: un unico dispositivo programmabile e provvisto di display locale che, oltre a indicare in tempo reale la grandezza in esame, evidenzia eventuali messaggi di autodiagnosi. Completano le caratteristiche le certificazioni ATEX, UL e IECEx.

0 Condivisioni