L’evento del petrolchimico punta su Roma

Sono stati oltre 1.100 i partecipanti all’evento dedicato alle tecnologie per il petrolchimico e l’Oil&Gas che si è tenuto a Milano lo scorso novembre. Visti i risultati, per la prima volta è in programma quest’anno un’edizione anche a Roma

di Sara Morri

Si è conclusa positivamente la nona edizione di mcT Tecnologie per il settore Petrolchimico, la giornata verticale svoltasi a Milano lo scorso 30 novembre. L’evento, che ha riunito esperti e associazioni di settore, si conferma un importante appuntamento per tutti i professionisti impegnati nel petrolchimico e nell’industria di processo, come testimoniano gli oltre 1.100 operatori specializzati e le 127 aziende partecipanti. I professionisti possono infatti entrare in contatto con le nuove soluzioni e applicazioni industriali, anche in ottica 4.0, con l’obiettivo di aggiornarsi, condividere e discutere casi reali, grazie ai contributi di associazioni e dei player del settore, trovare nuovi spunti e fare business insieme. E quest’anno l’evento si sposta anche al Centro Sud, con la prima edizione di mcT Petrolchimico Roma annunciata per il prossimo 15 maggio, mentre la tappa milanese è fissata per il 29 novembre.

Molteplici tematiche verticali trattate durante i convegni
La giornata di Milano è stata arricchita dalla concomitanza con alcuni eventi verticali sinergici: mcT Industrial Safety and Security, iniziativa dedicata alle soluzioni e tecnologie per la sicurezza attiva e passiva nei contesti industriali a elevata criticità, e mcT Cyber Security, appuntamento dedicato alle soluzioni e alle tecnologie per la cyber security. Ma non solo, molto fitto è stato il calendario convegnistico. “Petrolchimico 4.0: tecnologie innovative per la progettazione e la conduzione degli impianti” è il convegno che ha presentato le best practice e affrontato le trasformazioni principali che lo sviluppo industriale 4.0 sta determinando anche nel settore petrolchimico e dell’Oil&Gas. Ad aprire i lavori c’era Carlo Perottoni di Saipem, che ha introdotto gli argomenti della giornata, seguito poi da Federico Mazzanti sempre di Saipem, che si è soffermato sull’importanza di strategie, processi e strumenti per creare valore attraverso l’innovazione nel settore del design degli impianti. Tra gli altri incontri, citiamo quello di Massimo Veronesi di Yokogawa che ha portato spunti concreti per l’implementazione dei sistemi di controllo alla luce della convergenza OT-IT, mentre Salvatore De Rinaldis di Saipem ha spostato l’attenzione sulle opportunità per la gestione delle emissioni nell’Industry 4.0. Franco Briccarello di Danfoss ha parlato invece delle nuove soluzioni MultiDrive, e Salvatore Squillaci di Sick ha presentato prodotti e servizi intelligenti per il settore in ottica 4.0. ABB con Maurizio Simonelli ha introdotto infine i nuovi sistemi di analisi.

Workshop tecnico-applicativi dal taglio verticale
Non sono poi mancati approfondimenti in ambito Manutenzione 4.0, ad esempio sulle nuove frontiere per gli impianti e sulla loro protezione dalle scariche atmosferiche. Grande interesse anche per il convegno “Cyber Security per i sistemi ICS – Industrial Control System” curato da ANIPLA (Associazione Nazionale Italiana per lʼAutomazione). Durante la giornata è stato affrontato anche il tema Safety con il convegno “Smoke Management in edifici e impianti”, organizzato da ANACE (Associazione Nazionale Antincendio e Controllo Evacuazione del fumo). La formula dell’evento EIOM, oltre alla sessione mattutina, ha visto un’area espositiva composta da aziende di settore che, nel pomeriggio, hanno avuto la possibilità di approfondire le tematiche della giornata grazie ai workshop tecnico-applicativi dal taglio verticale. mcT Petrolchimico è organizzato da EIOM in collaborazione con AIS/ISA Italy Section (Associazione Italiana Strumentisti), il patrocinio di ANIPLA e di G.I.S.I. e il supporto della “Guida Petrolchimico”.

0 Condivisioni